Tutte le notizie

  • Legge n. 101/2024 - Disposizioni in materia di CIGO per l’edilizia

    Si informa che, sulla Gazzetta Ufficiale n. 163/2024, è stata pubblicata la legge n. 101/2024, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge n. 63/2024, recante “Disposizioni urgenti per le imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura, nonché per le imprese di interesse strategico nazionale”, in vigore dal 14 luglio 2024. Con una disposizione introdotta dalla citata legge trova accoglimento, per il periodo luglio – dicembre 2024, la richiesta dell’Ance, presentata anche in occasione della riunione convocata dal Ministero del Lavoro sul tema dell’emergenza climatica, di equiparare il settore edile agli altri settori per quanto concerne i criteri di computo della durata massima della cassa integrazione ordinaria, in analogia a quanto già fatto lo scorso anno con il D.L. n. 98/2023 per il semestre 1° luglio – 31 dicembre 2023. In particolare, il nuovo articolo 2 bis, al comma 2, prevede che, al fine di fronteggiare eccezionali situazioni climatiche, comprese quelle relative a straordinarie ondate di calore, nelle more della definizione di nuove misure emergenziali, per le sospensioni o riduzioni dell’attività lavorativa effettuate nel periodo dal 1° luglio 2024 al 31 dicembre 2024, le disposizioni dell’articolo 12, commi 2 e 3, del d.lgs. n. 148/2015 non trovano applicazione relativamente agli interventi CIGO determinati da eventi oggettivamente non evitabili richiesti anche dalle imprese di cui all’articolo 10, comma 1, lettere m), n) e o), del medesimo d. lgs., ossia le imprese dei settori edile e lapideo. Pertanto, anche per le imprese dei settori edile e lapideo i periodi di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa ricompresi nell’arco temporale dal 1° luglio 2024 al 31 dicembre 2024, con ricorso al trattamento CIGO per eventi oggettivamente non evitabili (es. eventi meteo), non sono computati ai fini del calcolo dei limiti di durata massima della CIGO stessa (52 settimane in un biennio mobile). Il comma 2 precisa, inoltre, che a carico delle imprese che presentano domanda di integrazione salariale ai sensi del medesimo comma 2, non si applica il contributo addizionale di cui all’articolo 5 del d. lgs. n. 148/2015. Si ricorda, peraltro, che, con specifico riferimento alla cassa integrazione ordinaria, la norma di carattere generale già prevede che “il contributo addizionale non è dovuto per gli interventi concessi per eventi oggettivamente non evitabili” (articolo 13, comma 3, secondo periodo, d. lgs. n. 148/2015). L’INPS provvede al monitoraggio degli oneri conseguenti, anche in via prospettica, ai fini del rispetto del limite di spesa di 11 milioni di euro per l’anno 2024, non accogliendo le domande eccedenti tale limite. Nel far riserva di illustrare le istruzioni operative che saranno eventualmente diramate dall’Inps, porgiamo cordiali saluti.

    22 luglio 2024

    Risorse umane e relazioni sindacali | Edilizia | Edilizia Opere Lavori Pubblici
  • Trattamento di fine rapporto - Indice Istat giugno 2024

    Coefficiente Istat relativo al mese di giugno 2024 utile per la rivalutazione del trattamento di fine rapporto maturato tra il 15.06.2024 ed il 14.07.2024.

    18 luglio 2024

  • CIRCOLAZIONE - Comune di Milano

    Sistemi di rilevamento dell’angolo cieco. Applicazione sanzioni dal mese di settembre 2024.

    18 luglio 2024

    Settori economici e norme tecniche | Trasporti
  • Labirinto della Masone e la Missione Apollo 11: un incontro tra arte e spazio riservato ai soci GIA

    Racconto delle straordinarie vite del collezionista ed editore Franco Maria Ricci, e dell’italiano che ha giocato un ruolo cruciale nella missione Apollo 11, Rocco Petrone.

    18 luglio 2024

  • CISITA PARMA Corsi del catalogo 2024 di prossimo avvio

    I corsi in partenza: servizi per la manifattura, origine delle merci e buste paga.

    16 luglio 2024

  • Mappa degli stipendi del territorio

    La presentazione dell’iniziativa si terrà online giovedì 18 luglio ore 9. Raccolta schede aziendali fino a venerdì 13 settembre 2024.

    16 luglio 2024

  • Digital Export Bando 2024

    I termini di apertura per la presentazione della domanda sono ricompresi dalle ore 09:00 del 2 settembre 2024 alle ore 13:00 del 20 settembre 2024.

    16 luglio 2024

  • Cedolare secca Informazioni e novità in una pagina web delle Entrate

    Nel depliant trova spazio anche la modifica introdotta dalla legge di bilancio 2024 in tema di locazioni brevi, per le quali l’aliquota sull’affitto del secondo immobile sale al 26 per cento.

    15 luglio 2024

  • Dematerializzazione note spese. Ok se correttamente digitalizzate

    L’Agenzia ricorda che vanno comunque rispettati tutti gli ulteriori requisiti individuati dalla legge per la deducibilità dei costi, quali inerenza, competenza e congruità.

    15 luglio 2024

Visualizzati 1-10 di 4806

Chiedi informazioni e scopri tutti i vantaggi per gli associati GIA

Scopri di più

Contenuto protetto

Per poter visualizzare il contenuto è necessarrio effettuare il login.

Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram