Il GIA sottoscrive il Piano di Azione Integrata per la logistica in ambito urbano (PAI)

Logistica delle merci e mobilità sostenibile

Lunedì 4 febbraio in Municipio è stato formalizzato il Patto di Collaborazione per il Piano di Azione Integrata per la Logistica delle merci in Ambito Urbano, nell’ambito del Progetto Europeo Freight Tails.

I soggetti firmatari del patto sono stati i componenti del “Gruppo Locale” istituito nell’ambito del progetto europeo “Freight Tails” formato da: Ascom, Apla, Cna, Confesercenti, G.I.A., U.P.I., Legacoop, Cepim, La Sajetta, Camera di Commercio, Centro Agroalimentare e Logistica, Infomobility Spa ed i vari Settori del Comune dui Parma tra cui: Mobilità ed Energia, Cultura e Giovani, Turismo e Centro storico, Pianificazione e sviluppo territorio.

Il progetto europeo Freigt Tails è finalizzato alla redazione di un “Piano di Azione Integrato per la logistica in ambito urbano (PAI)”, ideale per sviluppare le azioni previste dal Pums – Piano Urbano Mobilità Sostenibile – e per affrontare le criticità evidenziate nella regolamentazione della logistica urbana sul territorio. Nell’ambito del progetto Freight Tails, è stato approvato il Piano di Azione Integrato sulla logistica delle merci in ambito urbano, nato da un percorso progettuale cui hanno preso parte i principali attori interessati al mondo della logistica urbana di Parma.

L’obiettivo del Patto di collaborazione è di attivare politiche sostenibili e innovative per la logistica urbana della nostra città, dando attuazione alle 12 azioni individuate dal Piano di Azione Integrato, condivise nel percorso partecipativo.

Come affermato dall’Assessore alle Politiche di sostenibilità ambientale del Comune di Parma Tiziana Benassi, non si vole soltanto “ridurre la congestione del traffico e l’impatto ambientale in termini di emissioni inquinanti ed acustiche, ma anche efficientare i servizi minimizzando i costi sugli operatori economici coinvolti. Questo è uno degli obbiettivi della riforma della mobilità, condivisa e sostenibile, che stiamo realizzando insieme alla città”.

In tema di regolamentazione le azioni previste sono 6: evoluzione e aggiornamento del sistema di accreditamento per i veicoli merci; revisione del Piano Sosta: Introduzione di tariffe differenziate in base all’omologazione dei veicoli per accesso, transito e sosta in Zona a Traffico Limitato per i veicoli merci; unificazione ECO e MRC per i veicoli merci con sistema di accreditamento e tariffe differenziate; semplificazione e razionalizzazione dei permessi temporanei; estensione della finestra di accesso pomeridiana all’area pedonale (Isola Ambientale); introduzione di un sistema di accreditamento per veicolo pesanti a basso impatto acustico e/o a basso impatto ambientale.

Altre azioni puntano sul cambiamento volontario di comportamento con la creazione di un Info-Point digitale per diffondere informazioni relative alle possibilità di incentivazione economica per la sostituzione dei veicoli a maggiore impatto ambientale (euro 0-euro 4); l’incoraggiamento mediante azioni mirate della ciclo-logistica per l’ultimo miglio; promuovere la realizzazione di punti di prelievo per semplificare le consegne in centro storico; andare verso la revisione dell’offerta di stalli di sosta adibiti a carico e scarico e l”implementazione di un sistema di controllo automatico per le infrazioni di sosta sulle aree adibite a carico e scarico.

Gruppo Imprese si sta attivando per fare in modo che le aziende associate coinvolte da questi provvedimenti non abbiano svantaggi dalle azioni che seguiranno al Piano. A questo scopo richiediamo alle aziende che ritengono di potere essere interessate di contattarci (Ufficio Trasporti GIA – Dr.ssa Chiara Minetti 0521-226304) per valutare insieme se vi siano dei punti su cui intervenire.

Chiedi informazioni e scopri tutti i vantaggi per gli associati GIA

Scopri di più

Contenuto protetto

Per poter visualizzare il contenuto è necessarrio effettuare il login.