Buone notizie dai dati sull’Export della Regione Emilia-Romagna

04 ottobre 2018

Buone notizie per quanto riguarda i dati dell’Export della Regione Emilia Romagna. Riproponiamo qui l’Articolo di Mercoledì 3 Ottobre: “Congiuntura In Emilia Romagna l’economia cresce, ma frena un po’. Bene l’export”.

L’economia dell’Emilia-Romagna è ancora in crescita, seppure più attenuata rispetto agli ultimi mesi. È il quadro che emerge dall’indagine congiunturale relativa al secondo trimestre 2018 sull’industria manifatturiera, realizzata da Unioncamere Emilia-Romagna, Confindustria Emilia-Romagna e Intesa Sanpaolo.
La produzione in volume delle PMI dell’industria manifatturiera dell’Emilia Romagna è cresciuta del 2,4% sul 2017, con una lieve frenata rispetto ai tre mesi precedenti. In linea con la produzione è il fatturato, aumentato del 2,5% rispetto all’analogo periodo del 2017, subendo una lieve decelerazione rispetto al risultato del trimestre precedente (+2,8%). Bene l’export (+3,9%), con un aumento superiore rispetto al mercato interno e una accelerazione rispetto all’aumento del 3,2% rilevato nel trimestre precedente. Gli ordini registrano un aumento tendenziale dell’1,8%, quindi in frenata rispetto al trimestre precedente (+2,8%). Il grado di utilizzo degli impianti si è attestato a 78,1%, dato lievemente inferiore al 78,5% riferito allo stesso trimestre dell’anno precedente. A determinare il ritmo di crescita sono due settori: l’ampio aggregato delle industrie meccaniche, elettriche, mezzi di trasporto che ha registrato un aumento della produzione del 4,7%, la più elevata, e un elevato incremento del fatturato (+3,6%), dall’estero (+5,6%). A seguire, l’industria metallurgica e delle lavorazioni metalliche che ha segnato l’incremento del fatturato più elevato (+3,9%) in aumento rispetto al trimestre precedente, grazie alla componente estera (+4,9%), e della produzione (+3,6%). Secondo l’indagine Istat, l’Emilia-Romagna ha chiuso il secondo trimestre nuovamente in aumento, giungendo quasi a quota 554 mila unità, con una crescita dell’8,4%, pari a quasi 43 mila unità, rispetto al 2017 ben oltre la tendenza positiva nazionale (+3,7%). La variazione ha trascinato l’andamento dell’occupazione (+2,2%, +45 mila unità). Le esportazioni di prodotti dell’industria manifatturiera hanno fatto segnare un ottimo aumento (+5,2%), e sono risultate pari a 30.651 milioni, Nei primi 6 mesi i prestiti alle imprese dell’industria hanno confermato il balzo del tasso di crescita registrato a fine 2017. Una crescita robusta continua a caratterizzare lo stock dei prestiti alle famiglie consumatrici per acquisto abitazioni che nel 1° semestre hanno mantenuto un ritmo di circa il 2% a/a. A livello provinciale i mutui sono quasi tutti in crescita del 2% circa (Parma 2,1%).

Chiedi informazioni e scopri tutti i vantaggi per gli associati GIA

Scopri di più

Contenuto protetto

Per poter visualizzare il contenuto è necessarrio effettuare il login.