Tutte le news
Servizio - Ambiente, qualità e sicurezza

  • Conferimento dei rifiuti urbani per utenze non domestiche fuori dal servizio pubblico di raccolta - Novità a decorrere dal 2021

    Il D.Lgs. 116/2020, che ha recepito le direttive comunitarie in materia di economia circolare modificando il Testo Unico Ambientale, ha introdotto una nuova definizione di Rifiuto Urbano, con l’abrogazione del concetto di rifiuto assimilato.

    31 marzo 2021


  • Rifiuti - MUD Scadenza 16 giugno 2021

    Scade il 16 giugno 2021 il termine per presentare il Modello Unico di Dichiarazione ambientale, con riferimento all’anno 2020.

    31 marzo 2021


  • Bando INVITALIA Impresa Sicura: Incentivi in materia di sicurezza sul lavoro - Pubblicazione graduatoria

    Come è noto, INVITALIA ha pubblicato gli elenchi cronologici delle prenotazioni relative al Bando “Impresa Sicura” con evidenza delle richieste finanziabili, ovvero pervenute fino a capienza dei fondi.

    03 giugno 2020


  • Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) 2020: webinar venerdì 5 giugno ore 10

    Per fare il punto sui soggetti obbligati, i contenuti, le modalità operative dell’adempimento, il quadro sanzionatorio, si segnala l'organizzazione di un webinar da parte dell'Unione Industriali Parmensi, su piattaforma dedicata, accessibile esclusivamente alle aziende associate.

    01 giugno 2020


  • Incentivi per interventi in materia di sicurezza sul lavoro: revoca Bando ISI INAIL 2019 - 2020

    Si informa che sulla GU n.128 del 19-5-2020 Suppl. Ordinario n. 21 è stato pubblicato il D.L. n. 34 del 19/05/2020 “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19” (cd. “Decreto Rilancio”).

    27 maggio 2020


  • Linee guida per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri edili della provincia di Parma

    In allegato il testo integrale delle linee guida e il commento inviato ai vertici della provincia e ai partecipanti al tavolo provinciale da parte del Presidente del Gruppo Imprese Giuseppe Iotti.

    26 maggio 2020

    Ambiente, qualità e sicurezza | Edilizia

  • Incentivi per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro: acquisto di DPI Bando INVITALIA – Servizio FIASA

    Si informa che Invitalia, come previsto dal D.L. Cura Italia n. 18 del 17/03/20, ha pubblicato nei giorni scorsi il Bando “Impresa Sicura”, a sostegno della continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese.

    07 maggio 2020


  • Covid-19 - I Protocolli anti contagio nelle imprese secondo il dpcm 26 aprile 2020 - Lunedì 18 Maggio 2020 ore 15.00

    Il Gruppo Imprese e FIASA – Servizio Sicurezza e Sorveglianza sanitaria – che da anni assiste le imprese associate sui i temi della sicurezza sul lavoro, organizzano un Webinar tematico per di fornire agli imprenditori spunti operativi su come adottare, nel migliore dei modi, i citati Protocolli.

    lunedì 18 maggio 2020


  • Rifiuti costituti da DPI: indicazioni Regionali sulla gestione

    La Regione Emilia Romagna ha stabilito che i rifiuti costituiti da Dispositivi di protezione individuale ( DPI ) utilizzati all’interno delle attività economiche-produttive per la tutela da Covid-19, quali mascherine e guanti, siano assimilati ai rifiuti urbani e conferiti al Gestore del Servizio nella frazione dei rifiuti indifferenziati.

    23 aprile 2020


  • DPCM 11 MARZO 2020 – Regione Emilia Romagna: indicazioni per le aziende ai fini dell’adozione di misure per il contenimento del contagio SARS-CoV-2

    Provvediamo a trasmettere il DPCM 11 marzo 2020 contenente ulteriori misure di emergenza per il contenimento del Covid-19, riportando di seguito alcune indicazioni ricevute da Confindustria. Il DPCM 11 marzo 2020 (allegato), in vigore fino al 25 marzo 2020, ha previsto ulteriori misure urgenti per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. In particolare, sono sospese una serie di attività commerciali al dettaglio e di servizi di ristorazione, nonché quelle inerenti ai servizi alla persona. Rispetto a tali attività e servizi, il DPCM prevede una serie di deroghe specificamente elencate nei suoi allegati n. 1 e n. 2. Tra le attività e i servizi consentiti, segnaliamo gli ipermercati, i supermercati e le attività delle lavanderie industriali. Quanto alle attività produttive e professionali, il DPCM non ne sospende lo svolgimento, ma raccomanda che: - siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro come principale misura di contenimento, l’adozione di strumenti di protezione individuale; - siano limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti e sia contingentato l’accesso agli spazi comuni (solo per le attività produttive); - siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro; - siano sospese le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione. Inoltre, sempre con riferimento alle attività produttive e professionali, il DPCM raccomanda: - il massimo utilizzo di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza; - il ricorso a ferie e congedi retribuiti per i dipendenti, nonché agli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva. In merito all’attuazione delle raccomandazioni per le attività produttive, il DPCM contiene anche una disposizione tesa a favorire le intese tra organizzazioni datoriali e sindacali. Il DPCM garantisce poi i servizi bancari, finanziari, assicurativi, nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare, comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi, purché sia assicurato il rispetto delle norme igienico- sanitarie. Sempre in allegato riportiamo un documento ricevuto dalla Presidenza della Regione circa le indicazioni per le aziende, ai fini dell’adozione di misure per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2. Nel concludere questa missiva, mi preme informarvi che, anche per conto del Presidente dell’Associazione ing. Giuseppe Iotti, ci rendiamo ben conto che la disponibilità dei dpi (dispositivi di protezione individuale) che la circolare prescrive è purtroppo al momento limitata. Per quanto possibile, noi stessi stiamo lavorando perché siano rese più disponibili dalle autorità competenti. Restiamo a disposizione per tutte le informazioni necessarie.

    13 marzo 2020

    Altre notizie | Ambiente, qualità e sicurezza | Credito e finanza agevolata | Fisco e diritto d'impresa | Internazionalizzazione | Rapporti con l’Università | Risorse umane e relazioni sindacali | Settori economici e norme tecniche | Sportello imprese | Start up innovative | Ufficio Sviluppo e Mantenimento Associativo | Tutti i settori

Visualizzati 1-10 di 117

Chiedi informazioni e scopri tutti i vantaggi per gli associati GIA

Scopri di più

Contenuto protetto

Per poter visualizzare il contenuto è necessarrio effettuare il login.

Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram