Nuova procedura di deposito dei contratti di 2° livello: nota del Ministero del Lavoro

01 agosto 2019

 

 

 

Con nota n. 2761 dello scorso 29 Luglio, il Ministero del Lavoro ha reso noto che dal prossimo 15 Settembre, tutti i contratti collettivi di secondo livello (siano essi aziendali che territoriali) dovranno essere depositati mediante proceduta telematica, per cui non sarà più consentito l’invio tramite PEC alla sede territoriale dell’Ispettorato del Lavoro.

Com’è noto, l’utilizzo della procedura telematica è già obbligatorio da qualche anno, per il deposito dei contratti di secondo livello collegati ad agevolazioni contributive, fiscali o di altra natura (es. agevolazioni d’imposta per i premi di risultato); diversamente, il Ministero autorizzava ancora l’invio a mezzo PEC che, invece, non sarà più utilizzabile dal 15 Settembre p.v.

Alla base della scelta ministeriale vi è l’affinamento della procedura informatica, che ora permette il deposito telematico del contratto con l’indicazione successiva (ove prevista) della tipologia di agevolazione per la quale si opera il deposito.

Ciò, secondo il Ministero, “consente, da un lato, un’immediata applicazione di normative nel tempo emanate in materia di agevolazioni e, dall’altro, di avere a disposizione un repository facilmente accessibile agli uffici interessati, sia per finalità gestionali che di monitoraggio della misura”.

 

Chiedi informazioni e scopri tutti i vantaggi per gli associati GIA

Scopri di più

Contenuto protetto

Per poter visualizzare il contenuto è necessarrio effettuare il login.